Specialista in Scienza dell'Alimentazione - Messaggio aziendale

L'alimentazione in gravidanza, oltre ad assicurare alla madre l'energia necessaria per mantenersi in buona salute, deve consentire lo sviluppo di nuovi tessuti e di riserve che saranno utilizzate dal bambino durante l'allattamento. Per iniziare al meglio è importante non essere in sovrappeso. In tal caso l'incremento ponderale può essere di 15 kg, 1-2 kg nel primo trimestre e 350- 400 g a settimana nel periodo successivo. Quindi è necessaria una supplementazione dell'introito calorico di circa 300 calorie al giorno, a partire dal quarto mese di gestazione. 
Se all'inizio della gravidanza si è in sovrappeso è meglio non superare un incremento ponderale di 11 kg, con l'implementazione di 200 calorie giornaliere, sempre dopo il quarto mese di gestazione. 
Se invece il peso di partenza e' basso questo può aumentare sino a 18 kg, con un incremento di 350 calorie al fabbisogno giornaliero. 

E' necessario quindi:
- raddoppiare le quantità' di latte e yogurt per soddisfare il fabbisogno di calcio;
- consumare frutta fresca e ortaggi tutti i giorni;
- pesce azzurro almeno due volte a settimana, soprattutto nel terzo trimestre di gravidanza per lo sviluppo del sistema nervoso del bambino. 
- una integrazione di acido folico e ferro, sotto parere del medico.

E' di fondamentale importanza evitare il consumo di alcolici, bevande nervine, carni o pesci poco cotti.

Ai fini del controllo del peso si consiglia una regolare attività fisica.






Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint